Ormai la storia la conoscete tutti: abbiamo annullato la IX edizione della Muretti Madness.

La Muretti è sempre stata fuori dagli schemi, abbiamo cominciato quasi per scherzo ma poi abbiamo visto che quello che avevamo in mente risuonava già nella testa di tante persone: decine all’inizio, centinaia negli anni a seguire.

Le persone che hanno preso parte alla Muretti, le chiacchiere che abbiamo fatto mentre arrancavamo sui muri, le facce stravolte e contente all’arrivo, ci hanno portato a tenere invariata la formula e portare avanti la nostra iniziativa così come l’avevamo pensata fin dall’inizio: una celebrazione del ciclismo e della fatica.

La fatica.

Ma al contempo ci siamo sempre chiesti se quello che facevamo andava ad infrangere qualche tipo di regola. Siamo un raduno? Un ritrovo oppure un evento? (Di certo non siamo una gara). Ci si può ritrovare in 200 in un determinato posto per partire scaglionati in piccoli gruppi e seguire il medesimo percorso? Iscriversi su un form online per ricevere una traccia via mail significa aderire ad un evento? Queste e molte altre domande ci hanno attanagliato per anni, ma da quest’anno (in realtà erano circa tre anni che avevamo ricevuto segnali di queso tipo…) hanno cominciato ad attanagliare anche altre persone. Motivo per cui, dopo accese discussioni, abbiamo deciso di annullare.

Ma cos’è successo dopo?

Abbiamo realizzato che la passione per la fatica e per il ciclismo indipendente non poteva essere annullata. L’ultimo fine settimana di ottobre ci siamo ritrovati comunque a Firenze e abbiamo deciso di rendere omaggio alla Muretti.

Non eravamo soli. Con noi Alvento e un gruppo di fedelissimi che da mezza Italia (oseremmo dire da mezza Europa considerando chi veniva da Manchester) ha preso parte a questa IX edizione annullata, l’edizione che non c’è, l’edizione mai corsa, l’edizione fantasma. Non sappiamo come definirla. Possiamo solo dire che l’annullamento era necessario, ma altrettanto necessario per noi era rendere omaggio alla traccia 2022.

Ci rendiamo conto che le comunicazioni dell’annullamento e di tutto quello che ne è conseguito sono state confuse, spezzettate, praticamente assenti. Se qualcuno lo ha visto come un meccanismo di tipo elitario per escludere i più dalla partecipazione ce ne scusiamo, non era nostra intenzione. Nei momenti successivi l’annullamento abbiamo preferito tenere un profilo basso ed evitare comunicazioni in pompa magna.

Per farla breve. La traccia esiste ed è liberamente scaricabile da Komoot o dal sito della Muretti. Avete dieci mesi per farla, vi diamo tempo fino a settembre 2023 perché poi inizieranno i fasti e le celebrazioni del decennale della Muretti che dureranno tutto il mese di ottobre per culminare con la MURETTI MADNESS NUMERO 10.

ph: Mik, Flavio.

Vi aspettiamo a Firenze.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *