L’iscrizione alla Roubaix è stata decisa con un velocissimo giro di mail. Non ci è voluto molto a convincerci, se nel 2014 eravamo stati alla Ronde Van Vlaanderen Cyclo, per il 2015 avevamo due scelte: Roubaix oppure Liegi.

Vince la Roubaix.

Prima della partenza poi siamo stati attanagliati da qualsiasi tipo di dubbio: copertoncino o tubolare? Nastro doppio o singolo? A quanto le gonfiamo le gomme? A questi dubbi poi si sono uniti i consigli raccattati in giro nei posti più disparati da parte di tutti coloro che erano stati oppure che avevano uno zio o un cugino che aveva corso la Roubaix.

Alla fine possiamo dire che, al netto del nostro decalogo, non c’è una vera risposta a tutte le domande perché è tutto relativo. Magari ti succede che alla partenza piove, il pavè diventa una saponetta fangosa e a quel punto non c’è gel nel nastro che tenga,  devi solo pensare ad andare.

Si parte

10
Area di servizio di Assago Ovest. Una parte del gruppo arriva da Firenze, in due ci uniamo a Milano. Ci aspettano 1.000 Km e circa 12 ore di viaggio.
30 IMG_8157
Inauguriamo le nuove borracce…
... e gli adesivi per il telaio
… e nuovi adesivi per i telai!
Sosta
Da qualche parte in Francia, in un’area di sosta con vista centrale nucleare. Siamo a metà strada, ancora 6 ore e ci siamo.

Primo giorno, ricognizione

 

La ragazza con l'orecchino di perla è con noi
La mattina del primo giorno. La ragazza con l’orecchino di perla è con noi
Ormai gli ingredienti sono un'ossessione
Ormai gli ingredienti sono un’ossessione
Bell è a mille!
Bell è a mille!
Ovviamente avevamo dimenticato la moca e improvvisiamo un caffè alla turca.
Ovviamente avevamo dimenticato la moca e improvvisiamo un caffè alla turca.
Lui è Johnny
Lui è Johnny, il cane dei padroni di casa.
Pomeriggio del primo giorno. Si parte per il ritiro dei numeri e per una ricognizione sul pavè
Dopo colazione, con calma, partiamo per un giro di ricognizione sul pavè
L'ammiraglia di Bikescapes
Arriviamo a Roubaix, qui ritireremo il numero e poi andremo a scovare i tratti di pavè vicini all’arrivo. L’hashtag della giornata è #SalvaLaGamba
È lui, il velodromo di Roubaix.
È lui, il velodromo di Roubaix.
La squadra
Pronti per la ricognizione
La scelta del settore da provare, alla fine ci buttiamo sul Carrefour de L'arbre
Questo è il percorso che ci aspetta domani, in sostanza, al netto dei primi 90 Km che a noi verranno risparmiati, si tratta dello stesso percorso dei pro
Eccoci sul pavè. "A vederlo sembra innocuo"
Eccoci sul pavè. È una bella giornata, il clima sembra reggere ma per la giornata di domani sono previsti scrosci e piovaschi.
Ricognizione
“A vederlo sembra innocuo”
Prima foratura della lunga serie.
La prima foratura di una lunga serie, e siamo solo all’inizio, chissà domani
King of Punctures
King of Punctures
La curva a 90° del Carrefour de l'Arbre,
La curva a 90° del Carrefour de l’Arbre,
Back home.
Back home. Check up meccanico e strategia.
Johnny è a mille!
Johnny è a mille!
Ciclofficina time
La casa trasformata in una ciclofficina.
Pronti
Pronti
Huge Carbo Load
Cena presto e poi a letto, domani sveglia alle 5:30.
L'ultima cena. A domani.
L’ultima cena. A domani.

Il giorno

 

Foto di rito alla partenza.
Foto di rito alla partenza, sono circa le 7:00. Il cielo è coperto e fino a qualche minuto prima pioveva a dirotto. Ci aspetta un pavè bagnato e sguisciante.
il pavè
Eccolo!
Bikescapes
Bikescapes
Rob
Rob
Primo rifornimento
Bell dopo la Foresta di Aremberg
Bell dopo la Foresta di Aremberg
Baffo
Grazie Lorenzo – aka Baffo – per l’assistenza lungo il percorso!
Ultimo ristoro
Ultimo ristoro
Arrivo sotto la pioggia
Arrivo sotto la pioggia e grandine
L'ingresso al velodromo!
L’ingresso al velodromo!
L'arrivo più bello in assoluto.
L’arrivo più bello in assoluto.
Fatta!
Brividi.
All'arrivo si contanto i danni e le acciaccature. Al Croato sono venute le stimmate.
All’arrivo si contanto i danni, i pezzi mancanti e le acciaccature. Al Croato sono venute le stimmate…
A pezzi.
… e una volta a casa Rob entra in uno stato catatonico. Siamo a pezzi.

Il giorno dei pro

Guarderemo la Roubaix al Carrefour de l'Arbre. Ma prima ci serve un bar per guardare la diretta
Siamo ancora vivi, riusciamo ad alzarci dal letto nonostante non sentiamo più le mani. Guarderemo la Roubaix al Carrefour de l’Arbre. Ma prima ci serve un bar per guardare la diretta
Il bar.
Il bar.
Gli stilosissimi motorini della Roubaix
Gli stilosissimi motorini della Roubaix
pavè
Gemellaggio tra Muretti Madness e il pavè della Roubaix
I tifosi meriterebbero un capitolo a parte.
I tifosi meriterebbero un capitolo a parte
Grigliata nel fosso
Tipo loro, che grigliano nel fosso
Ancora tifosi (loro attrezzatissimi con generatore e TV a tubo catodico)
Oppure loro, che hanno un generatore in mezzo a un campo e una televisione a tubo catodico
Amatissimo Sep
Quando Sep vincerà una classica del nord sarà festa nazionale in Belgio
Ancora tifosi
Uno dei rarissimi gruppi analcolici
Saltafoss
Saltafoss
DSCF1429
Arrivano!
Roelandts
Roelandts, il primo a passare
Degenkolb
Degenkolb
Wiggo
Wiggo
Sep
Sep
Quinziato e Paolini
Quinziato e Paolini
DSCF1428
Asbroeck
End.
End.
Si torna a casa
Si torna a casa

LOGO-CICLOIDI-per-sito-CS6-02-copy-150x150

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrPin on Pinterest

5 Comments

  1. Fantastico resoconto. Adoro le vostre .gif. Immensi!

  2. Da notare la ruota anteriore di Sep.
    Un ritrovato bellico. Notare anche l’usura della pista frenante in corrispondenza dei nippli. Sarà una ruota di 20 anni fa? :-)
    Oppure gli è stata prestata da un vecchino a bordo strada?
    Mitico.